CONSOLIDAMENTO EDIFICI IN MURATURA

Hai bisogno di consolidare edifici in muratura?
 

SOLUZIONI

Gli edifici in muratura hanno quasi sempre fondazioni non rigide o addirittura sciolte, con profondità tipiche che vanno dai 0,5 a 1,2 m. Sono costruzioni realizzate tipicamente prima degli anni ’70-’80 ed hanno la caratteristica di reagire molto velocemente ed in modo evidente ad ogni abbassamento del terreno in quanto scarsamente rigide nella parte fondale.

In questi casi le sottofondazione a pali radice, installati “a cavalletto” è una tecnologia sicuramente efficace, ma richiede una lavorazione molto lenta, invasiva e complessa, oltre a sottoporre il fabbricato ad uno stress rilevante.

Sulle case in muratura vengono proposti frequentemente dei rinfianchi asimmetrici tra la fondazione esistente e un nuovo sistema di fondazioni profonde, che purtroppo vengono descritti agli interessati come “palificate” o “sottofondazioni profonde”. In questo caso la trasmissione del carico del fabbricato verso il nuovo sistema di fondazioni avviene attraverso delle “prese”, pressoché orizzontali ed asimmetriche, e spesso nemmeno regolari, realizzate su una parte dello spessore della struttura originaria di fondazioni (sulla quale si interviene perché ha già manifestato una forte tendenza alla rottura!).


Il rinfianco di fondazione ha lo scopo di irrigidire la fondazione esistente ed allargare la base della fondazione in modo da consentire una migliore distribuzione dei carichi. E’ una tipologia di intervento che richiede uno scavo in aderenza al fabbricato che dovrà essere realizzato usando particolari accortezze in modo da non innescare fenomeni di pericolo statico durante la lavorazione ed è applicabile prevalentemente quando il terreno presenta, negli strati più superficiali, una capacità portante al di sotto di quella necessaria al fabbricato.

 

Chiama il numero verde 800 44 45 46