fbpx

CONSOLIDAMENTO FONDAZIONI CON MICROPALI

Conosci la tecnologia di consolidamento fondazioni con micropali?
 

SOLUZIONI

I micropali SteadyFast di Solid Project permettono il rinforzo delle fondamenta di un edificio, in quanto sono ancorati direttamente alle fondazioni e vanno ad appoggiarsi sugli strati più duri e resistenti del terreno sottostante, impedendo qualsiasi cedimento ulteriore.

I micropali di fondazione hanno un diametro inferiore ai 25 cm e non superano i 15 metri di profondità. Quando le caratteristiche dell’intervento lo permettono, il consolidamento fondazione con micropali è un ottimo strumento con il quale operare, non solo per i costi ridotti di intervento, ma anche perché sono meno invasivi e non richiedono il tipo di scavi o di perforazioni necessari per consolidare le fondazioni con i pali classici.

I micropali sono correntemente impiegati in due principali applicazioni: come elementi strutturali e, meno frequentemente, come elementi di consolidamento e rinforzo dei terreni. Il consolidamento fondazione con micropali viene usato prevalentemente per nuove fondazioni, pali di sottofondazioni, miglioramenti statici e opere di sostegno.


Prenderemo in esame l’uso dei micropali come elementi di riduzione dei cedimenti e per migliorare la stabilità strutturale dei fabbricati, come sottofondazioni di strutture esistenti.Una delle tecnologie di consolidamento maggiormente conosciute e nella quale si ripongono moltissime aspettative è quella dei pali o micropali, più precisamente una tipologia molto nota di fondazioni profonde. L’impiego dei micropali come sottofondazioni di strutture esistenti ha lo scopo di arrestare o prevenire movimenti delle strutture, aumentare la capacità portante di strutture esistenti, riparare o sostituire fondazioni deteriorate o inadeguate e fornire una protezione nei confronti dell’erosione, per  trasferire i carichi del fabbricato negli strati più profondi di terreno che si ritengono più stabili e portanti. Consiste nel realizzare con l’ausilio di pali di svariate dimensioni e tipologie, una struttura che si interfaccia con strati più o meno profondi di terreno. Il trasferimento del carico può avvenire per attrito laterale, di punta o in entrami i modi.

Va osservato che la valutazione funzionale di questo tipo di fondazioni cambia se questa è eseguita contestualmente alla costruzione del fabbricato, ossia prima della costruzione delle strutture in elevazione, o come intervento di riparazione o consolidamento di un fabbricato esistente. Va infatti detto che, fermo restando la corretta progettazione e la corretta esecuzione della palificata, rimane un punto molto critico la realizzazione della solidarizzazione tra la struttura esistente (spesso sciolta e disgregata) e la nuova fondazione profonda. Queste difficoltà esecutive compromettono talvolta l’ottenimento degli obiettivi prefissati e rendono questo tipo di intervento molto lento, costoso ed invasivo.

Per questo motivo si sono sviluppati recentemente interventi analoghi attraverso pali di dimensione più contenuta che pur avendo portate inferiori, hanno il vantaggio di poter essere applicati “direttamente” (e dunque più efficientemente) sulla fondazione esistente, in modo meno invasivo e con tempi di realizzazione molto ridotti rispetto al tradizionale. Rimane comunque un punto molto critico la realizzazione di una connessione efficiente tra il fabbricato esistente e la nuova struttura a pali.

 

Chiama il numero verde 800 44 45 46